Statuto - CRALbcc

Vai ai contenuti

Menu principale:

Statuto

C.R.A.L.
STATUTO DEL CRAL BCC Abruzzese di Cappelle sul Tavo



ARTICOLO 1 - DENOMINAZIONE
È costituita tra i dipendenti della Banca di Credito Cooperativo Abruzzese di Cappelle sul Tavo l'associazione denominata "Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori della Banca di Credito Cooperativo Abruzzese di Cappelle sul Tavo” denominato in breve CRAL B.C.C. Abruzzese.

ARTICOLO 2 – OGGETTO SOCIALE

Il CRAL B.C.C. Abruzzese è un organismo apolitico e autonomo. Esso assume figura giuridica delle associazioni di fatto non riconosciuta a norma dell'art. 18 della Costituzione italiana; articoli 36, 37, 38 del Codice Civile; art. 11 della legge 300 del 20.5.1970 e non persegue finalità di lucro. I rapporti fra gli associati sono regolati dal presente Statuto. L'associazione ha durata limitata all'esistenza dell'Azienda del quale gli associati sono dipendenti.

ARTICOLO 3 – ATTIVITA’ DEL CRAL

Il CRAL B.C.C. Abruzzese è centro di riunione degli associati e promuove iniziative culturali, artistiche, benefiche, turistiche, ricreative e sportive atte a:
- Favorire la migliore utilizzazione del tempo libero;
- Sollecitare un incontro sereno per uno scambio di idee, esperienze e conoscenze fra i Soci;
- Ottenere agevolazioni in determinate circostanze a favore degli iscritti (manifestazioni sportive, gite, vacanze, viaggi organizzati, cineforum, feste sociali, acquisti, ecc.);
- Realizzare convenzioni commerciali con studi specialistici in genere, imprese produttrici e/o venditrici di beni e servizi che riservino agli iscritti condizioni vantaggiose;
- Privilegiare le iniziative a più larga partecipazione dei Soci;
- Promuovere il nome ed il marchio della Banca di Credito Cooperativo Abruzzese di Cappelle sul Tavo.
Il CRAL B.C.C. Abruzzese, pur non aderendo espressamente a nessuna organizzazione per il tempo libero, può realizzare iniziative comuni, affiliandosi ad altre consimili associazioni aziendali e territoriali, da concordare di volta in volta per i singoli settori di attività.
Il CRAL B.C.C. Abruzzese in considerazione della pluralità dei suoi fini e delle sue attività, può articolarsi in sezioni, in gruppi di interesse specifici e in sezioni distaccate sul territorio.

ARTICOLO 4 - SOCI DEL CRAL

Possono essere iscritti al CRAL B.C.C. Abruzzese:
- in qualità di Soci Ordinari tutti i dipendenti attualmente in servizio, gli ex dipendenti in quiescenza, gli amministratori ed i sindaci in carica e gli ex amministratori/sindaci soci della Banca di Credito Cooperativo Abruzzese di Cappelle Sul Tavo;
- in qualità di Soci Famigliari tutti i famigliari stretti (padre, madre, coniugi e figli) dei Soci Ordinari;
- in qualità di Soci Aggregati del CRAL B.C.C. Abruzzese, previo richiesta di iscrizione, parenti, amici e simpatizzanti.
Per essere ammessi come Socio è necessario presentare domanda di ammissione al Consiglio Direttivo del CRAL B.C.C. Abruzzese; è facoltà del Consiglio confermare o rifiutare la domanda di ammissione. I Soci Famigliari e i Soci Aggregati pagano una quota associativa l’ammontare della quale viene stabilita dal Consiglio Direttivo, mentre per i Soci Ordinari è decisa dall’Assemblea dei Soci.
Tutti i Soci hanno diritto a partecipare a tutte le attività e manifestazione indette dal CRAL B.C.C. Abruzzese.
L’acquisizione dei pieni diritti allo status di Socio avviene previo pagamento della quota sociale fissata annualmente dal Consiglio Direttivo. Resta inteso che i soli Soci Ordinari hanno accesso alle cariche previste del CRAL B.C.C. Abruzzese e hanno diritto di voto nell’Assemblea dei Soci.
L'iscrizione al CRAL B.C.C. Abruzzese implica da parte di tutti gli iscritti l'accettazione incondizionata dello statuto, dei regolamenti interni e delle delibere dagli organi sociali.

ARTICOLO 5 – ORGANI DEL CRAL
Sono organi del CRAL B.C.C. Abruzzese:
- L'Assemblea dei Soci.
- Il Consiglio Direttivo.
- Il Segretario.

ARTICOLO 6 – ASSEMBLEA DEI SOCI

L'Assemblea Generale dei Soci è organo sovrano del CRAL B.C.C. Abruzzese. Essa viene convocata dal Consiglio Direttivo una volta all'anno, entro cinque mesi dall'inizio dell'anno sociale, per deliberare del Conto Consuntivo e Bilancio Preventivo e sulla relazione organizzativa e finanziaria presentata dal Consiglio Direttivo.
L'Assemblea viene indetta con avviso affisso nella bacheca della sede e sul sito del CRAL B.C.C. Abruzzese, almeno tre giorni prima della data fissata per la convocazione.
L'Assemblea può anche essere convocata su richiesta di almeno un terzo dei Soci iscritti ed ogni qualvolta il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno.
L'Assemblea è valida in prima convocazione quando siano presenti la metà più uno dei Soci iscritti ed in Seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti. Le due convocazioni possono avere luogo nella stessa giornata.
Il risultato della votazione è valido a maggioranza semplice.
Soltanto per quanto riguarda delibere statutarie, il risultato della votazione è valido se rappresenta la volontà dei tre quinti dei Soci Ordinari presenti in Assemblea. La votazione viene fatta per alzata di mano, per appello nominale e le deliberazioni della maggioranza sono vincolanti per la minoranza dissenziente, per gli astenuti e per i non intervenuti.
Hanno diritto al voto, nelle Assemblee e nelle elezioni per la nomina dei Consiglieri, tutti i Soci Ordinari, purché in regola con il pagamento della quota annua sociale. Ciascun Socio nelle Assemblee e nelle elezioni per le cariche sociali ha diritto ad un solo voto.
Il Presidente e Segretario delle assemblee sono il Presidente ed il Segretario del CRAL B.C.C. Abruzzese.
Il Segretario dell'assemblea ha il compito di redigere il verbale della riunione. Il verbale della riunione dopo essere stato controfirmato dal Presidente e dal Segretario dell'Assemblea, viene conservato negli archivi del CRAL B.C.C. Abruzzese ed ogni associato ha diritto di prenderne visione a semplice richiesta verbale.
L'Assemblea delibera sugli argomenti sottoposti al suo esame dal Consiglio Direttivo e nomina i membri del Consiglio Direttivo.

ARTICOLO 7 – IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è composto da minimo n° 5 (cinque) fino a massimo n° 9 (nove) consiglieri, eletti tra i dipendenti in attività presso la Banca di Credito Cooperativo Abruzzese di Cappelle sul Tavo, in regola con il pagamento della quota annua sociale, che assumono in solido la direzione e l'amministrazione del CRAL B.C.C. Abruzzese, nonché le responsabilità da esse derivanti, rispondendone direttamente davanti all'Assemblea dei Soci.
Le elezioni del Consiglio Direttivo avvengono a voto segreto durante l'Assemblea annuale dei Soci ed è valida qualunque sia il numero dei votanti aventi diritto al voto.
Il Consiglio Direttivo rimane in carica per quattro anni.
I membri possono essere rieletti per un massimo di cinque mandati consecutivi.
Qualora durante il mandato diminuisca il numero dei Consiglieri, il Consiglio Direttivo integrerà il numero dei suoi membri chiamando in carica quei candidati che nel risultato delle elezioni seguono l'ultimo eletto. I consiglieri subentranti restano in carica fino al termine del mandato degli altri membri del Consiglio Direttivo.
Il Consiglio Direttivo esercita le seguenti funzioni:
- Convoca le Assemblee dei Soci;
- Decide la quota di iscrizione annuale;
- Esamina ed approva il Conto Consuntivo e il Bilancio Preventivo che dovranno essere portati a conoscenza dei Soci e quindi deliberati dall'Assemblea;
- Provvede a designare i responsabili tecnici preposti alle singole attività sociali;
- Redige e approva il programma del CRAL B.C.C. Abruzzese e ne controlla l’attuazione.
Il Consiglio Direttivo viene convocato ogni quadrimestre e qualora ragioni contingenti o particolari lo richiedano.
Il Consiglio Direttivo delibera validamente e sempre a maggioranza semplice.
Il Consiglio Direttivo elegge nel proprio interno:
- il Presidente;
- il Vice Presidente;
- il Segretario;
- l’Amministratore/Tesoriere.

ARTICOLO 8 – IL PRESIDENTE

Il Presidente è il legale rappresentante del CRAL, viene eletto dal Consiglio Direttivo a maggioranza semplice, resta in carica per tutta la durata del Consiglio medesimo ed è rieleggibile.
Le sue funzioni sono:
- Convocare il Consiglio Direttivo;
- Firmare, con firma abbinata al Tesoriere, i documenti che impegnano finanziariamente il CRAL B.C.C. Abruzzese;
- Mantenere i contatti con la Direzione Generale della Banca di Credito Cooperativo Abruzzese di Cappelle sul Tavo.
In caso di assenza o di impedimento delega le sue funzioni al Vice presidente.

ARTICOLO 9 – IL VICEPRESIDENTE

Il Vice Presidente coadiuva il Presidente e lo sostituisce in caso di assenza o di impedimento, esercitandone in tal caso tutti i poteri.

ARTICOLO 10 – IL SEGRETARIO

Le funzioni del Segretario sono:
- Tenere aggiornati i libri dei Soci e i libri verbali;
- Compilare i verbali delle assemblee del Consiglio Direttivo e dei Soci;
- Provvedere al disbrigo della corrispondenza di carattere generale.
In caso di sua assenza o impedimento, delega le sue funzioni ad altro membro del Consiglio Direttivo purché non ricopra la carica di Presidente.

ARTICOLO 11 – L’AMMINISTRATORE / TESORIERE

Le funzioni dell’Amministratore/Tesoriere sono:
- Predisporre il bilancio preventivo e il conto consuntivo del CRAL B.C.C. Abruzzese;
- Tenere aggiornati i libri contabili e i documenti contabili nel rispetto delle leggi fiscali e tributarie vigenti;
- Tenere la gestione di cassa CRAL.
In caso di sua assenza o impedimento, delega le sue funzioni ad altro membro del Consiglio Direttivo purché non ricopra la carica di Presidente.


ARTICOLO 12 – PATRIMONIO – FONDO COMUNE

Le entrate del CRAL B.C.C. Abruzzese provengono:
- dalle quote sociali di iscrizione;
- dai proventi delle gestioni accessorie;
- dalle entrate di manifestazioni;
- dal contributo della Banca di Credito Cooperativo Abruzzese di Cappelle sul Tavo e da eventuali enti pubblici o da privati.

ARTICOLO 14 – GRATUITA’ DELLE CARICHE

Le cariche sociali relative a tutti gli Organi del CRAL sono prestate a titolo gratuito; tutte le prestazioni fornite dai Soci sono a titolo gratuito. Le modalità relative al rimborso di eventuali spese (spese vive, spese utilizzo proprio automezzo ecc.) sostenute dai Soci, per conto e in nome del CRAL, dovranno essere definite dal Consiglio Direttivo.

ARTICOLO 15 – ESERCIZIO FINANZIARIO

L’esercizio finanziario decorre dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno.

ARTICOLO 16 - SCIOGLIMENTO

Lo scioglimento del CRAL B.C.C. Abruzzese e la destinazione di eventuali beni patrimoniali dovranno essere sottoposti dal Consiglio Direttivo all'approvazione dell'Assemblea dei Soci di almeno tre quinti dei presenti.


Montesilvano, Lì 14 Dicembre 2011

 
Torna ai contenuti | Torna al menu